Latine doceo

Mi chiamo Alberto Bellini. Sono laureato con lode in lettere moderne e insegno privatamente latino. Lavoro a Sassuolo e, a domicilio, in tutta CeramicLand. Per ora ho disponibilità in orari serali, indicativamente dalle 19.

Chi sono

P_20160520_173033_BF

Sono nato a Modena nel 1978 e vivo a Sassuolo. Sono sposato e ho due figli.

Prima di occuparmi di eventi e comunicazione per un’industria ceramica ho fatto diversi lavori, tra cui il fotografo di matrimoni e il commesso di supermercato. 

Ho un binocolo che forse un giorno userò per fare birdwatching, ho un dizionario delle lingue inventate, uno zaino da montagna che non uso da quindici anni e un monopattino che mi hanno rubato. Soffro di sindrome da gambe senza riposto e di dermatite da esposizione alla TV. 

Ho scritto due romanzi. Il primo, intitolato Niente che sia al suo posto (Gallucci), è uscito nel 2013; il secondo, pubblicato nella primavera del 2016, si intitola Tutto questo tempo (Fernandel). 

Sono laureato con lode in Lettere Moderne indirizzo filologico (vedi carriera universitaria). Nella mia tesi (in Sociologia della Letteratura) ho studiato l’influenza della cultura del consumo sulla narrativa italiana tra il 1960 e il 1996. 

Come spiego in questo sito, nel tempo libero do lezioni di Latino a liceali e universitari.

Blog

Quel mondo classico che svela l’inganno nascosto nelle parole

di Ivano Dionigi, tratto da “La Repubblica” (23 gennaio 2017) Novum per i classici era sempre qualcosa di dirompente e traumatico: “nova” la terra che gli Argonauti cercavano con la loro spedizione sacrilega; “novus” l’uomo che per primo nella propria famiglia ricopriva una magistratura; “nova” la religione cristiana che in nome della fede interiore rifiutava i …

Ubi fera sunt

Introducendo la sua traduzione del “Rebilius Cruso”, Francis William Newman scriveva che più l’insegnamento del latino si era fatto scientifico meno era diventato efficace, avendo parcellizzato il corpus letterario in una miriade di frasi di utilità puramente didattica. Poi, ovvio, c’era anche il problema del tenore dei testi proposti agli scolari: storiografia classica, descrizioni etnografiche di nulla …

Amore mio antico

Non è stato amore a prima vista. Piuttosto, un sentimento cresciuto col tempo, temprato dalle difficoltà, corrisposto solo in età adulta. In terza media il latino era più che altro uno scioglilingua costruito sulla parola rosa, o sulla parola lupus. Poi venne il liceo e il latino si tramutò in una dura palestra per la mia memoria, dote …